Benessere

Gli impianti idrosanitari sono costituiti da due componenti estremamente importanti:

  • l’impianto di adduzione acqua calda e fredda alle singole utenze e l’impianto di scarico delle acque chiare o di rifiuto;
  • la scelta dei sanitari da installare in ogni locale;

La prima componente ormai ha raggiunto un elevato grado di sviluppo e conoscenza.

Nel caso specifico, si preferisce attualmente realizzare impianti con tubazioni in multistrato isolato e soprattutto con tubazioni prive di qualsiasi raccordo o giunzione sottotraccia, in modo tale da permettere di evitare inconvenienti legati a rotture delle tubazioni e per permettere che la vita dell’impianto si prolunghi fino ad almeno 25-30 anni.

Questo è permesso grazie all’installazione di veri e propri collettori di distribuzione dell’acqua ad ogni singola utenza.Ogni attacco viene regolato da questo collettore che occupa uno spazio molto ridotto ed è facile da installare. Negli anni passati, ad esempio,l’impianto si regolava dai rubinetti d’arresto all’ingresso del bagno, ora non più. Tutto è regolabile singolarmente a partire dal collettore.

La scelta dei sanitari è un fattore che esula un po’ dalle capacità dell’installatore. In questo campo, infatti, gioca un ruolo importante il gusto per l’estetica che ogni persona possiede. Varie forme, colori e configurazioni sono presenti in commercio. Per questo motivo, la Domotech Impianti tratta ogni tipo di marca e modello presente in commercio, però invita ogni cliente a recarsi nelle mostre e nelle esposizioni più vicine in modo tale da farsi un’idea e rendersi conto di come sarà l’aspetto dei sanitari o dei locali quando queste apparecchiature verranno installare.


Previous page: Energia alternativa: Geotermia
Pagina seguente: Climatizzazione